Archivio mensile:giugno 2012

The Blogging Monk

Hey hey, my my

Svolazzando sopra la China mi prende una disquisizione etica da intervallare con pezzi di dialettica con le hostess a bordo. “Maiale, ci provi?”, “si, …. a farmi capire in inglese, cazzo”. Rock’n roll can never die, giustamente ….

Per chi suona la campana

Bermi una Tiger Draft dove si sbronzava Hemingway ha un certo fascino. Comincio lo strano rimbalzo Singapore>Shanghai>London>Milano con la sensazione di esssere stroppicciato più della roba dentro il bagaglio a mano che mi trascino da quasi 2 settimane in giro per il mondo …

L’amore in zona Cesarini

Mi si chiede di fare un regalo attraverso il blog, e io, che in fondo sono sensibile e magnanimo, accetto non per i soliti 30 denari, ma per 4 birre. Calcio, matrimonio e compleanno, che filo mai legherà questi argomenti …..

Il giorno, il mese e l’anno del Dragone

Vedere una mandria di pazzi che pagaiano in sincronia retta da un tamburo, a bordo di una imbarcazione sormontata da una testa di drago: non è che la cena della sera prima mi è rimasta sullo stomaco e ho avuto incubi, ma una tradizione di 2 mila anni ….

Nothing More, Nothing Less

Ordino la cena col dito. iMenù? No, fotografie dove tento di indicare come voglio cibarmi ma alla fine scopro che forse vale più la pena di improvvisare. Sempre a Shanghai, sempre a lavorare troppo ….

Un piano ogni 6 minuti

Giornata di lavoro e mi tocca cominciarla con un taxi, trasporto che non apprezzo in generale ma qui in China la cosa è aggravata dalla complessità della comunicazione. Salgo in ascensore e ti pregano di espirare tutta l’aria per far entrare altre due persone …