Ho sfidato la sorte, ho indossato la polo blu (capo d’abbigliamento sul quale ho fondato una religione, leggi “XXXXXL“) e vincendo il ricordo di una passata esperienza negativa (oggi ho una mania didascalica: mi riferisco al post “Eccessiva Confidenza“), sono andato nel Din Tai Fung più vicino (vedi il post “Din Tai Fung“), ho imbracciato le bacchette e mi sono ordinato 10 ravioli al vapore ripieni di maiale, e 10 con invece chili-crab. Adoro la cucina asiatica (forse “adoro la cucina” in generale, e basta), ma i dumplings che mangio a Singapore sono un qualcosa di divino.

Come al solito mi stupisce l’affollamento delle food-court che occupano piani interi delle mall: pare sia il giorno del “cazzo si mangia a ufo“, piuttosto che “domani è la fine del mondo, approfittate e abbuffatevi come dei facoceri all’ingrasso, tanto poi chissenefotte di obesità e colesterolo“: dire che la cultura del “mi faccio da mangiare a casa” è molto diffusa sarebbe come sostenere che un tacchino alla fine di Novembre è contento come una pasqua (apprezzate la sottile ironia, e giustificatela con le 13 ore di volo che mi son sciroppato).

Poi, affollamento a parte, ci sono alcune cose che proprio non mi vanno giù, come quello spesso di mangiare seduto svariati piani sotto terra: forse sarà un filo di claustrofobia, ma sedermi a tavola, non vedere alcuna finestra ne luce naturale, e sapere di essere al B3 o al B5 (basement-3/5, il terzo o il quinto piano sotto il livello stradale) ma fa sentire un ratto, o meglio, un grosso ratto pelato.

Ho sfidato la sorte con gesti complessi e atletici delle bacchette e del cucchiaio in ceramica: nessuna macchia sulla polo, un miracolo! Un paio di immagini scattate questa sera …

dinner 1 dinner 2

It's been almost 50 years that I travel across the word (and the 7 seas), on business or vacation, but always carrying with me a Leica camera. I started keeping this kind of journal a while ago. Even if sometime I disappear for ages, I'm then coming back with semi-regular updates: publishing is a kind of mirroring of my state and emotions, and you need to take it as it is. All published photos are mine.

12 Comment on “Dumplings

Rispondi a Miss Fletcher Cancella risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: