Archivio mensile:ottobre 2017

Il braccio di Mao

Stamani stavo cercando l’alimentatore per un MacBook “giurassico” (8 anni di vita), che ho comprato a Sydney in sostituzione di un’altra macchina, l’unica volta in vita mia che uno dei prodotti di Cupertino mi abbia abbandonato. Ancora perfettamente funzionante, voglio regalarlo a chi ne possa aver bisogno, e mi pare coerente allegare anche il modo […]

Inossidabili

Il ritmo narcotico del mantra è inequivocabile, come lo sono l’accompagnamento di tamburi e piatti, e gli sguardi estaticamente persi dei praticanti: ” Hare Krishna” è entrato ancora una volta sulla mia strada, ieri, mentre stavo uscendo dal sacerdote della Signora Tedesca a Telemetro, aka Ryu. Sono veramente inossidabili, resistono alla scomparsa dei dinosauri, dell’animismo […]

Kafr Nabl

Stasera faccio i bagagli, me ne torno in Italia per addirittura una settimana. “Bagagli” si fa per dire: datteri Medjool dall’Arabia Saudita, fichi dall’Afghanistan, infilati sulla tipica gassa di canapa, uvetta dal nord dell’Iran, sia la varietà scura, dolce e deliziosa, sia quella chiara leggermente più acidula. Poi la sorpresa. Ho i miei pusher qui […]

Mau Calling

Stamani stavo consolando un pedalino, orfano del suo paio, che garriva triste sullo stendibiancheria. Ho cercato per terra, dietro la tenda e dentro la lavatrice. Come già ho avuto modo di raccontare, i pedalini sono dotati di vita propria e di totale irrazionalità riescono a tenderti dei tranelli, al cui confronto i giudici delle Corti […]

25 Ottobre 1938

Il 25 Ottobre 1938 si tenne a Barcellona la cerimonia di addio alle Brigate Internazionali, sciolte il precedente 23 Settembre. Robert Capa c’era, e proprio quel giorno, 79 anni fa, ha scattato una delle più belle sue fotografie (qui sotto), cogliendo la tristezza della fine di un ideale per il quale un numero totalmente imprecisato […]

Kaju Katli

Il Diwali, la festa Hindu della luce, e’ appena trascorso. Bisogna che mi decida, una vola per tutte il prossimo anno, a passare la settimana di celebrazioni in qualche città dell’India e testimoniare direttamente il significato spirituale che sancisce “the victory of light over darkness, good over evil, knowledge over ignorance, and hope over despair“. […]

Abdulla Bin Khatir Foodstuff

“Abdulla Foodstuff” mi dice una sbiadita insegna, mentre arranco in una luce contrastata dall’assenza di mezzi toni: da una parte la notte nera, e dall’altra le fotoelettriche abbaglianti, alimentate da generatori che scoppiettano in un casino tale che paiono silenziati. “Foodstuff“, “roba da mangiare“, che “generi alimentari” non rende l’idea. Io sono l’eccezione, in una […]