La settimana a spasso per la Thailandia è finita: tempo di tornare a picconare in miniera, spostandomi per un po’ in un’area dell’Africa dove le cose non sono mai semplici.

Mi son divertito, e la compagnia della Signora Tedesca a Telemetro è sempre un’esperienza fantastica: questo paese si sta spostando molto velocemente verso la modernità, e forse queste sono le ultime possibilità di vedere ancora qualcosa che non sia una shopping mall.

Sotto le pressioni internazionali, ormai quasi tutta l’area del nord ha abbandonato la lucrativa coltivazione del papavero, passando invece alla rotazione accelerata dei turisti, forse attività ancor più redditizia: il mercato Chinese, accanto a quello Nazionale e poi a quello Estero, sono una fonte consolidata di soldi.

Sceso dai monti del Nord, ho fatto tappa a Chom Thong, nella regione del Bang Luang, ultima occasione per assaggiare il caffè coltivato tra i 1500 e i 2000 metri, raccolto a mano, tostato, macinato e filtrato nel modo più semplice nel quale lo si possa gustare.

Sto per rimettere nel cassetto per qualche settimana questo mio diario, vi salutò con gli occhi di un’anziana donna, e col profumo di queste immagini …

It's been almost 50 years that I travel across the word (and the 7 seas), on business or vacation, but always carrying with me a Leica camera. I started keeping this kind of journal a while ago. Even if sometime I disappear for ages, I'm then coming back with semi-regular updates: publishing is a kind of mirroring of my state and emotions, and you need to take it as it is. All published photos are mine.

2 Comment on “Tempus fugit

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: