Maria Maddalena

Stavo salendo verso la Spianata di Castelletto, e per arrivare a Piazza Portello sono passato davanti alla Chiesa di Santa Maria Maddalena, appunto nel Sestiere Maddalena. Aperta come quasi tutte le chiese di Genova, sono rimasto qualche minuto in totale solitudine a guardare le luci, le ombre e i colori: la tentazione di scattare una immagine usando la pellicola 400 ISO che ho in macchina è stata troppo forte, e sotto ne vedete il risultato. Ho fatto un solo scatto.

La chiesa, iniziata prima dell’anno 1000, ha visto una serie di modifiche e aggiunte fino a dirsi “terminata” solo alla fine del 1600, ma le decorazioni pittoriche sono state aggiunte nel corso del 1700.

Pur nel mio strutturale ateismo, la figura di Maria Maddalena mi ha sempre affascinato: discepola “prescelta“, se ne trova traccia nel Nuovo Testamento e nei vangeli apocrifi. Nella narrazione di chi crede, Maria fu presente, secondo la tradizione, alla crocifissione di Gesù, e, secondo il vangelo di Giovanni, è anche la prima testimone della sua resurrezione.

Affascinanti le ipotesi (sulle quali non mi addentro per crassa ignoranza) che la accreditano come la vera autrice del Vangelo Secondo Giovanni (quello dell’ “amato discepolo“), e i controversi documenti che ce la descrivono come la sposa di Gesù, “la compagna del Salvatore è Maria Maddalena, Cristo la amava più di tutti gli altri discepoli e soleva spesso darle dei baci“.

Un solo scatto, su pellicola, sviluppato solo due giorni dopo. Nessuna possibilità di vedere il risultato e correggere le impostazioni: diciamo che macchina e obiettivo mi aiutano, ma qui ho avuto anche fortuna …

pellicola 2 4

Annunci

9 commenti

  1. Fotografare con la vecchia reflex a pellicola mi piaceva molto. Voglio rimetterla in pista, ma devo farla riparare.
    Questa foto è molto bella!

    1. Thanks! La pellicola ha un fascino che l’elettronica non può raggiungere …

  2. Chiesa magnifica e la foto è splendida!

    1. Thanks! Mi picerebbe trovare un posto dove fare una mostra, mi aiuti?

      1. Se riesco volentieri, bisogna trovare uno spazio…non sbaglio conosco un posto, quando torno a Genova ne parliamo.

  3. Foto fantastica luci e ombre “caravaggesche”, bravo le cose hanno un’anima e la tua macchina è in simbiosi con il tuo occhio

  4. Vedo che il commento precedente non c’è…cerco di ripetere se dovessero arrivarne due tu cancellane uno.
    Luci ed ombre “caravaggesche”, le cose hanno un’anima e la tua reflex vede con in tuoi occhi. bravo.

    1. grazie per il commento “caravaggesco”, mi era venuto in mente ma mi vergognavo ad auto-celebrarmi 🙂

      una nota: non uso una reflex ma una macchina fotografica a telemetro (in questa foto una Leica M7)

      ciao

      1. hahaha io sono la quinta essenza dell’ignoranza in fatto di macchine, foto etc etc, ma ho la presunzione di postare solo foto mie, come sono, e come vengono ma mie!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: