Mi è venuta in mente la musica di Charlie Haden e di Carla Bley, quando stasera sono entrato alla Cooperativa La Liberazione in Via Lomellina e ho trovato prima il sorriso e poi la stretta di mano di Rudi. Liberation Music Orchestra, o meglio Liberation Wine Orchestra.

Aprendimos a quererte, desde la histórica altura / donde el Sol de tu bravura, le puso cerco a la muerte.

Era l’Aprile 1969, una vita e oltre fa, quando Charlie, andando a recuperare delle vecchie canzoni della Guerra Civile Spagnola, con l’aiuto magistrale di Carla Bley negli arrangiamenti, mise assieme un bel gruppo di musicisti  per registrare un album che rappresenta forse il miglior esempio di integrazione tra free jazz e musica popolare.

La lista dei musicisti è lunga: Perry Robinson (clarinet), Gato Barbieri (tenor saxophone, clarinet), Dewey Redman (alto saxophone, tenor saxophone), il grandissimo Don Cherry (cornet, flute, Indian wood & bamboo flutes), Michael Mantler (trumpet), Roswell Rudd (trombone), Bob Northern (French horn, hand wood blocks, crow call, bells, military whistle), Howard Johnson (tuba), Sam Brown (guitar, Tanganyikan guitar, thumb piano), Carla Bley (piano, tambourine), Charlie Haden (bass), Paul Motian (drums, percussion), Andrew Cyrille (drums, percussion).

Ho visto e sentito Carla Bley suonare in Umbria, nel 1978, mentre Charlie a Montreaux due anni prima: pensare che siano passati quasi quarant’anni è una bella sberla anagrafica. Charlie se n’è andato nel luglio di quest’anno, a 76 anni.

 Aquí se queda la clara, la entrañable transparencia / de tu querida presencia, Comandante Che Guevara.

L’atmosfera in Cooperativa è sempre bella, serena, impegnata. Il vino si celebra come una consuetudine sociale di amicizia. Gran bel posto, continuo a dirlo, gran bella gente, continuo ad accorgermene.

Come non scattare qualche foto?

cooperativa 1 cooperativa 2 cooperativa 3 cooperativa 4

It's been almost 50 years that I travel across the word (and the 7 seas), on business or vacation, but always carrying with me a Leica camera. I started keeping this kind of journal a while ago. Even if sometime I disappear for ages, I'm then coming back with semi-regular updates: publishing is a kind of mirroring of my state and emotions, and you need to take it as it is. All published photos are mine.

10 Comment on “Liberation Wine Orchestra

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: