Durante la scorsa settimana di libagioni liguri, a chiunque me lo chiedesse (non facendosi gli affaracci suoi, comunque), confermavo che con la partenza per l’Asia mi sarei costretto ad un programma semi-talebano di rieducazione alimentare volto a salvaguardare l’immediato cambio di taglia.

Coerente come un facocero che legge Bakunin, ieri sera mi sono fatto 2 birrette d’addio e poi ho tagliato completamente quasiasi cosa mi porti a superare in prospettiva le 1500 kcal ingurgitate. Insalatina scondita e galletta da condannato alla colonia penale in volo, green tea appena arrivato a London, colazione stamani con 1 fetta biscottata, una mug di caffelatte talmente scremato che sembrava l’acqua del delta dello Zambesi (marrone e puzzolente, credetemi sulla parola), 1 mela.

Alle 11:30, cambiando ufficio, il taxi mi ha scaricato dinnanzi a Itsu, catena di fast-food sushi-sashimi, a pochi passi da dove si teneva la riunione. Il ruggito del mio stomaco sembrava l’urlo di un tyrannosaurus-rex che ha fiutato la preda. Vassoio di edamame, tonno e salmone a fette, insalata, ciocco di wasabi, dose di soja. Delizia & estasi and un costo (calorico) limitato. Quello economico non è il caso di menzionarlo né in sterline e nemmeno in euro.

Nel pomeriggio mi sono auto-espulso dalla sala mentre veniva offerto il coffee-break con un allegato di muffin e butter-bisquits che avrebbero fatto vacillare la fede un santo eremita votato alla risoluzione di cruciverba in braille.

Il casino è stato invece in aeroporto. Ho fatto il bravo con un piatto di salmone bollito e insalata, chiedendo poi acqua gassata da bere. “Are you seriously having water with your meal?” mi ha chiesto il cameriere della lounge, “Yep, I’ve just started a damn diet“. “Champagne has no calories” mi ha risposto ….

no calories

It's been almost 50 years that I travel across the word (and the 7 seas), on business or vacation, but always carrying with me a Leica camera. I started keeping this kind of journal a while ago. Even if sometime I disappear for ages, I'm then coming back with semi-regular updates: publishing is a kind of mirroring of my state and emotions, and you need to take it as it is. All published photos are mine.

8 Comment on “Diet-crisis Day 1

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: