321

L’indice di inquinamento a Singapore, che ieri sera aveva raggiunto il valore record-storico di 321 “very hazardous” (molto pericoloso), stamani alle 6am era di 137 “unhealty” (malsano). La sensazione è uguale al sedersi accanto a una immensa griglia con salamelle fumanti quando il vento tira contro, e non ditemi che sono influenzato dal mio storico appetito in questo paragone: stanotte ho sognato di essermi addormentato in un campo di tende, vicino al fuoco.

La tentazione, stamani, è stata quella di usare un po’ di ketchup come bagnoschiuma.

La causa è la deforestazione illegale di Sumatra per far spazio alle coltivazioni di palma da olio, e, bisogna anche riconoscere che spesso sono le stesse imprese di Singapore responsabili di questo disastro. Aree immense vengono incendiate per poi attivare una coltivazione intensiva mono-pianta.

Tanto per darvi un’idea dell’impatto, questa settimana molte delle attività di cantiere sono state interrotte, McDonald’s ha sospeso i delivery, e l’esercito ha cancellato qualsiasi esercitazione all’aria aperta: non si suggerisce alla gente di uscire e fare una mezzora di jogging potrebbe equivalere a fumarsi 5 pacchetti di Malboro rosse.

Mi viene in mente l’esatto opposto: quando mi son messo in testa di girare la Tasmania qualche anno fa, sono arrivato a Bruny Island, sulla costa meridionale. Posto di una bellezza inimmaginabile, che produce le migliori ostriche e migliori salmoni dell’isola meridionale dell’Australia, con un ambiente naturale incontaminato e gelosamente conservato nella sua purezza.

Rientrando verso Hobart mi son fermato ad aspettare il traghetto da BISH, Bruny Island Smoke House, che offre ai clienti, oltre ad una fantastica birra Cascade alla spina, salmoni e trote affumicati secondo la tradizione: una vera delizia.

Lo so, i riferimenti alimentari in questo post sono costanti: la “rieducazione alimentare forzata” sta proseguendo e vedo cibo ovunque! Crisi di astinenza, temo.

Scatti di oggi: il fumoso panorama fuori della finestra del mio ufficio nella Raffles Tower, e i due proprietari della Bruny Island Smoke House …

sing haze

bruny

It's been almost 50 years that I travel across the word (and the 7 seas), on business or vacation, but always carrying with me a Leica camera. I started keeping this kind of journal a while ago. Even if sometime I disappear for ages, I'm then coming back with semi-regular updates: publishing is a kind of mirroring of my state and emotions, and you need to take it as it is. All published photos are mine.

5 Comment on “321

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: