Il passeggero

Si, stanotte faccio il passeggero e torno a casa: ci metterò una quindicina di ore almeno, passando sopra la Malesia, la Birmania (non ce la faccio a chiamarla Myanmar), l’India, il Nepal. Salterò tra la China e quel grappolo di stati che finiscono tutti in -stan, dove non mi ricordo mai “quale sia la capitale di dove“. Entro nello spazio aereo della Rodina, la Russia. Sfioro Germania, sorpasso la Danimarca e atterro, felice e intontito, alle 5 di mattina a London.

La citazione musicale è obbligatoria col brano The Passenger di Iggy Pop, che esalta lo spirito nomadico dell’olocausto punk. Composto mentre Iggy era nella stazione di Berlino nel 1977, basato su un poema di Jim Morrison, si deve poi a Rick Gardiner il famoso riff di chitarra che lo accompagna. David Bowie fa parte del coro che intona la strofa e il “la.. lala .. la”.

Ovvio sia nella mia complicatissima lista dei 100 brani da salvare durante un olocausto: ho anche sentito e visto cantare/suonare l’Iguana (soprannome di Iggy Pop) in un concerto al Palalido di Milano nel 1979. Cazzo, erano 24 anni fa ….

I am the passenger and I ride and I ride, I ride through the city’s backsides
I see the stars come out of the sky, Yeah, the bright and hollow sky
You know it looks so good tonight

I am the passenger, I stay under glass
I look through my window so bright, I see the stars come out tonight
I see the bright and hollow sky, Over the city’s ripped backsides
And everything looks good tonight, Singing la la la la la.. lala la la, la la la la.. lala la la 

Foto di oggi? Ovvio, un viaggio: non penso di aver mai pubblicato le immagini che ho scattato quando sono andato a lavorare nel Gobi Desert in Mongolia

oyu 6 oyu 7 oyu 1

10 commenti

  1. A volte i riferimenti culturali sono un po’ diversi…

    “The spirit’s free, but you always find
    Passengers stand and wait in line
    Someone in the front and someone else behind
    But passengers always wait in line

    Deny the passenger, who want to get on
    Deny the passenger, who want to get on
    Deny the passenger, who want to get on
    Want to get on, he want to get on
    Want to get on, he want to get on

    (ELTON JOHN – PASSENGERS)

    Salutami la Rodina e i vari -Stan

  2. Guardatevi qui l’Iguana all’Apollo Theatre di London nel 1977 che canta The Passenger:

    1. You pop, Mate!

      1. 🙂 sei un mito!

  3. Maurizio….mi spiace dirtelo…ma erano 34 anni fa (non 24)…. (PS, io a quei tempi mi apprestavo a fare un passo importante della vita….abbandonare il pannolino)….

    1. Oh cazzo …. Sono VERAMENTE vetusto allora!

  4. importa quelli che ti senti dentro….;-)…..se non vuoi tornare alla realtà però non parlare di musica con delle ragazzine….come ho fatto io qualche anno fa che vedendo un orda di adolescenti urlanti di fronte all’ufficio in Donegani, ho chiesto, “ma chi c’è?”…..”I Tokyo Hotel!!!”…..”TOKYO CHI?????”……”Dei giapponesi???”..ho capito allora che i miei gusti e le mie conoscenze non erano più contemporanee. 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: