Qui lo dico

La scritta sul muro è qualcosa che appartiene ad altri tempi, ai momenti in cui era l’unico strumento diretto di comunicazione “qui lo dico”: oggi l’idea graffittara della firma, del “marchio di transito” mi vede veramente freddo e anche spesso un filo infastidito nel vedere più che “comunicare”, “imbrattare”.

Conservo forse ancora il ricordo romantico degli anni di contestazione, di passione e di slogan gridati, cantati, scritti. Poco mi ritrovo nei confusi messaggi odierni.

Ho fatto due passi intorno a casa, alla ricerca di qualche messaggio incazzoso, di qualche “contrasto dialettico a colpi di bomboletta spry”, e devo dire che ho trovato ben poco da fotografare, se non una chiara posizione di “indifferenza” nei confronti del nuovo Pontefice che qualcuno ha sentito il bisogno di esternare in buona calligrafia e con lettere alte mezzo metro ….

qui lo dico 1 qui lo dico 2 qui lo dico 3

Annunci

3 commenti

  1. Ormai non lo si fa più per lanciare un messaggio

    1. .. ma solo per puro narcisismo o solo perchè non si ha di meglio da fare?

      1. narcisismo. c’è comunque un pungolo di orgoglio a vedere qualche proprio “prodotto” esposto al pubblico

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: