“I’ve been on calls with Australia, Singapore and Dubai this morning, then Ukraine pops-up and a few African Countries, and later in the day I’m on the phone with Costa Rica”, ho detto stamani in videoconferenza ad un collega mentre sputavo i polmoni sullo schermo. “Mau, you have the ‘time and expenses’ on which the sun never sets“, “hai la nota tempi e spese sulla quale non tramonta mai il sole” mi ha risposto con una citazione ironica.

Ieri ho sacramentato per oltre un’ora processo quindicinale per il report di ore e spese: 5 differenti valute in un bolo primordiale di ricevute e scontrini che poi provocano l’eccitazione mistica di qualche oscuro individuo che ci fa sopra le pulci. Ormai mi sono adattato alla mentalità di chi non comprende cosa possa succedere nei paesi in cui io viaggio, e le ricevute dei taxi che ogni tanto mi danno sul retro di carta di giornali locali le tengo solo per ricordarmi quanti quattrini ci rimetto di tasca mia andando a spasso per i quattro angoli del pianeta.

Ho tristemente cancellato il viaggio in Africa previsto per Sabato, tristemente perché era un impegno pro-bono come fotografo per una NGO che opera in Burundi, South-Sudan, Nord dell’Ethiopia e Somalia. Il mio medico sostiene che sia meglio io aspetti ancora qualche giorno prima di martellarmi con l’antimalarica ed essere esposto ad un cocktail di germi e virus da fare la felicità di qualsiasi laboratorio di bio-terrorismo. Vedrò di programmarlo al rientro da Tokio, dopo un’altra scappata in Asia, tanto per non farmi mancare qualche secchiate di ore di volo.

Sto versandomi lo sciroppo per la tosse in un bicchierino da grappa, per tirarmi su un filo il morale: un disastro.

Foto? A parte un’apparizione in ufficio non ho messo un piede fuori casa: fatemi recuperare ancora tre immagini di Yangon, a partire con delle marionette impiccate un filo inquietanti …

scott 1 scott 2 scott 3

It's been almost 50 years that I travel across the word (and the 7 seas), on business or vacation, but always carrying with me a Leica camera. I started keeping this kind of journal a while ago. Even if sometime I disappear for ages, I'm then coming back with semi-regular updates: publishing is a kind of mirroring of my state and emotions, and you need to take it as it is. All published photos are mine.

7 Comment on “The “time and expenses” on which the sun never sets

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: