Minestrare

Oggi ho “minestrato“, che secondo il dizionario indica l’atto di versare il minestrone nelle tazze, e la Cami ha “scazzato“, che secondo il gergo comune indica un atteggiamento negativo di fastidio, protesta o insofferenza: malgrado la ragazza ami la verdura, il minestrone le risulta ostico come un paio di ciglia finte ad una salamandra.

Ho tentato di ammansirla culturalmente: “Pasto povero che affonda le sue radici nell’alimentazione contadina delle tribù Latine, nato dalla farina cotta nell’acqua salata cui si aggiungeva la disponibilità di stagione, si è poi ingentilito con nuove verdure e legumi quando i Romani cominciarono a sviluppare il sistema di scambi commerciali dell’Impero. Dalle ricette di Marco Apicio nel De Re Coquinaria, si è poi arricchito, con la scoperta del Nuovo Mondo, con patate e pomodori ….“.

Babbo, non ci provare: non lo mangio” è stata la categorica reazione della letterata, e ha aggiunto “che se vuoi ti controbatto con gli 11 libri che Timachida di Rodi ha scritto sui banchetti, e ti giustifico etimologicamente, semanticamente e foneticamente il fatto che il minestrone io non lo mangio“.

Ecco, li fai studiare e ti rivoltano contro, queste sono le mie idi di Maggio … ” le ho aggiunto, mentre indossavo la tovaglia a mo’ di tunica e mi impersonavo nel Cesare in Senato prima che diventasse un puntaspilli.

Foto? Il mio pusher di verdura del mercato di Al Mina …

Al Mina Veggies

Annunci

9 commenti

  1. Peccato tu non ti sia scattato un selfie con la tovaglia a mo’ di toga…. più che il mitico Giulio, ti ho immaginato nella parte dell’incommensurabile Bluto (Jhon Belushi) in Animal House durante il toga party.
    Per quanto riguarda lo “zuppone”, prima di addentrarmi nella ricerca della verità tra le e la Cami, pretendo di conoscere ingredienti e dosaggi…. non vorrei espormi ad un giudizio affrettato!
    La mia immaginazione nel leggere il tuo post di oggi, ha fatto emergere il ricordo della descrizione della zuppa con cavolo diavolo, dall’odore di alito di cagnone, che veniva data ai ragazzi della “Compagnia dei Celestini” di Stefano Benni,

    1. Un duplice applauso per la citazione di Animal House e per Benni!
      Il minestrone aveva zucchine, fagiolini, carote, sedano, cipolle, borlotti, prezzemolo, cavolo e un paio di foglie di basilico aggiunte alla fine …

  2. mia nonna mi diceva sempre: “o mangi la minestra, o salti la finestra”

    1. Lo so che la tradizione coercitiva garantiva risultati immediati, ma qui ho impostato una famiglia che è più simile ad una cooperativa socialista, dove il dibattito politico e la dialettica guidano le scelte della collettività …. lo so, errore materialista (minestra) e storico (chi la recupera più la figlia adesso) ..

  3. Che belle conversazioni avete a tavola. Non ci si annoia mica a casa tua… Minestrone o passato di verdure? Se le passi va meglio vè!

    1. Passato di verdura 🙂

      1. Esatto, passato: verdurai

  4. Resisti alle critiche. E’ tutta salute 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: