Basra aveva quindici anni, Sheza sedici. La loro colpa è stata quella di essere felici, e di danzare sotto la pioggia, mentre, in abiti tradizionali e con il capo coperto come prescrive la loro religione, si sono riprese e hanno caricato il loro video su internet. Nessuna oscenità, nessuna provocazione. Nessuna offesa, solo gioia.  Sono state assassinate, insieme alla loro madre Noshehra, per “l’offesa compiuta all’onore della famiglia“.

È successo in Pakistan, pochi giorni fa. Lo zio ha organizzato un gruppo di 5 uomini per freddarle a colpi di fucile. Si sono giustificati sostenendo che è stato un delitto d’onore.

Non c’è onore in un assassinio. Non c’è onore nell’uccidere tre donne.

HBV (Honour Based Violence Awareness, link) si occupa, da alcuni anni, di denuncia, ricerca e sensibilizzazione sul così-detto “delitto d’onore“, forma di barbaro oscurantismo. I dati che pubblica sono impressionanti: 5.000 donne vengono assassinate ogni anno, di cui 1.000 in India e 1.000 in Pakistan. La ricerca traccia anche altre forme di violenza che, pur non arrivando all’assassinio, forzano aborti o matrimoni riparatori, imprigionano o espellono dalle comunità. Leggere le testimonianze è un pugno nello stomaco.

Combattiamo ignoranza e oscurantismo, sempre. La forza di una cultura sociale al rispetto ci deve guidare, e, se vediamo una violenza, è nostro compito intervenire. Con ogni mezzo. A ogni costo.

Nel 2008 ero nel mezzo dell’Oceano Pacifico, alcune ore di volo a nord della New Zealand, ho scattato questa immagine in un villaggio di pescatori: gli occhi dei bambini che giocano mi commuovono sempre …

fiji

It's been almost 50 years that I travel across the word (and the 7 seas), on business or vacation, but always carrying with me a Leica camera. I started keeping this kind of journal a while ago. Even if sometime I disappear for ages, I'm then coming back with semi-regular updates: publishing is a kind of mirroring of my state and emotions, and you need to take it as it is. All published photos are mine.

3 Comment on “Ballavano nella pioggia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: