Stasera ho raccattato Gurdeep, collega indiano che si è sparato un red-eye flight da Bangalore via KL per raggiungermi, e mosso da senso civico gli ho proposto di cenare giù vicino allo Yangon River: un posto “semi-turistico”, ma almeno un filo più reale e meno over-prized del ristorante dell’albergo. È la prima volta che viene in Myanmar, e un minimo di educational trip glielo devo.

Ho lì avuto il mio momento di gloria linguistica, traducendo dal burm-english all’hurd-english: pur essendo stata una provincia Indiana, prima del periodo inglese (e prima dei 60 anni di dittatura militare), Gurdeep (indiano doc) era spaesato dalla cucina e, soprattutto, dall’accento dei camerieri. A me sembravano dei pizzaioli napoletani nella mia scala della difficoltà nella comprensione dell’idioma, quindi più che accettabile.

Prawn curry, chicken curry, rice (servito in micro-contenitori bellissimi), e un paio di Tiger beer, che la Myanmar beer proprio non mi attizza, credetemi. Tutto fresco, saporito ed eccellente: anche dei cetrioli virati in pancromatico erano accettabili. La birra ha lavato eventuali residui e tracce. Mi son concesso un assaggio di banana nana al miele e un centimetro cubo di gelatina di mangustine come digestivo.

Ho quindi anche digerito il fatto che, nell’esatto momento in cui io ieri acquistavo un biglietto aereo Milano>Addis Ababa (Ethiopia)>Kigali (Rwanda)>Bujumbura (Burundi), il volo 702 delle Ethiopian Airlines (proprio quello che devo prendere io) è stato dirottato. Non mi fa assolutamente credere delle coincidenze, e me ne frego allegramente, però il caso è curioso, e la Cami pensa sempre di più che io sia un war-lord.

Continuo razionalmente a pensare che la sfiga non esista, se non per quanto attiene alla scelta del taxi che ogni volta prendo.

Foto? Ovvio, la cena di stasera, con anche un “prima” e un “dopo” che mostra il gradimento dei piatti ….

yangon d1 1 yangon d1 2 yangon d1 3

It's been almost 50 years that I travel across the word (and the 7 seas), on business or vacation, but always carrying with me a Leica camera. I started keeping this kind of journal a while ago. Even if sometime I disappear for ages, I'm then coming back with semi-regular updates: publishing is a kind of mirroring of my state and emotions, and you need to take it as it is. All published photos are mine.

9 Comment on “Coincidenze?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: