Kwee-aarr

Il concerto di rauchi “kwee-aarr” indica uno stormo che vola e si posa sulla spiaggia: sono i gabbiani, i “Silver Gull” che affollano la costa australiana. Si nutrono normalmente di pesci e crostacei, ma, come nel caso che ho osservato l’altro giorno a Manly, non disdegnano di raccattare qualsiasi tipo di cibo.

Una famiglia asiatica aveva appena acquistato un paio di grossi cartocci di fish&chips e li avevano lasciati per un attimo sul tavolo accanto alla panchina, mentre facevano due foto sull’erba. In meno di un minuto una zuffa furibonda di una trentina di gabbiani spazzolava allegramente il loro pranzo, a forza di graditi “kwee-aarr”. In meno di venti secondi non esisteva più nulla e avvicinarsi in quella frenesia alimentare voleva dire rischiare un bel colpo di becco.

Una vita fa, ma veramente una vita, ho letto “Jonathan Livingston Seagull” di Richard Bach: uno dei libri che ancora ricordo con enorme piacere per la sua scoperta e per i la fantasia che faceva viaggiare. Fu forse il primo libro che ho consigliato io a mio padre, e, un po’ di anni fa gli regalai la foto di un gabbiano in aria, scattata nel mezzo dell’Ocean Pacifico, a Tahiti, con la dedica di un brano del libro.

Don’t believe what your eyes are telling you. All they show is limitation.
Look with your understanding. Find out what you already know and you will see the way to fly.

Foto? Kwee-aarr a Coogee ieri pomeriggio: non credere a quello che gli occhi ti dicono ….carpe diem

Annunci

13 commenti

  1. Bellissimo post Mau, Jonathan Livingston è mitico…

  2. Io sono decisamente scarsa come fotografo, ma curiosamente abbiamo scelto lo stesso soggetto (nel mio ultimo post) 🙂

    1. Ho visto, bel caso 🙂

  3. Anch’io l’ho letto una vita fa Il gabbiano Jonathan Livingstone e l’ho già fatto leggere a mia figlia, da lì si deve passare per forza 🙂 perché la frase che hai scelto per tuo padre dovremmo scrivercela ovunque! Grazie.

  4. Viceversa Jonathan è stato il primo libro “impegnato” che mio padre ha regalato ha me per tutti i significati che esso nasconde.
    La foto è bellissima… anche il “traccobbetto” (cit.) ;o)

  5. Ma si è messo in posa?

    1. Arte dell’attesa e dell’urlo appena pronto a scattare

  6. Un post magnifico e una foto magistrale!

    1. Grazie Miss, ma non vai a dormire, che da te è tardi?

      1. Ora vado..è passata da poco mezzanotte, presto, prima che il computer si trasformi in zucca 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: