Ma ti prego ….

Queste sono state le mie parole quando, intorno alle 4 di stamani, dopo aver tentato inutilmente di riaddormentarmi per graziare Beria di una passeggiata veramente antelucana, ho aperto il sito del Corriere della Sera per spulciare qualche notizia italiana, cosa che tento di fare il meno possibile per evitare di guastarmi il fegato.

Ah, per inciso, il nuovo disegno e i nuovi contenuti (quali?) del Corriere sono talmente scadenti che ho rinunciato anche all’abbonamento on-line che mantenevo da tempo quasi secolare: capisco l’esigenza di tagliare i costi, ma almeno scopiazzate bene e traducete correttamente quello che il sito della Reuters o della BBC presentano (gratuitamente), con impeccabile limpidezza e giornalismo! (fine dell’inciso-filippica).

Dunque, fatemi condividere in modo veloce una rassegna stampa di quello che ho trovato su questo nostro povero paese. Cominciamo con il tipo, (Matacena, ex parlamentare di Forza Italia) che è scappato a Dubai dopo una condanna esecutiva a 5 anni: lamenta una “giustizia di parte”, visto che durante la scorsa legislatura gli inquisiti (e i condannati) sono stati spropositatamente di più nelle file di Forza Italia che non in quelle della sinistra. Non lo sfiora il dubbio che abbiano arruolato nelle file del partito una mandria di farabutti, ma chiede una par-condicio nella galera. “Ma ti prego ….“.

Matacena dichiara anche di credere nel Tribunale di Dubai (assolutamente famoso per una limpida applicazione di giustizia, diritti civili, e rispetto per gli stranieri, ovvio-sarcastico), e di mantenersi lavorando come Maitre d’Hotel, evitando di menzionare beni sequestrati per circa 50 milioni di euro e altrettanti imboscati in paradisi fiscali stando alle intercettazioni nelle chiacchierate con la moglie (entrambi residenti a Monaco fino alla fuga). Io mi son mantenuto agli studi facendo il cameriere extra in ristoranti e banchetti: avessi saputo che a fare il Maitre si guadagnava così, chi cazzo me lo faceva fare di diventare un dirigente in una multinazionale?. “Ma ti prego ….

La fuga è stata aiutata e favorita da Scajola che, non contento di essersi trovato una casa romana vista Colosseo a sua insaputa, da bravo ex ministro dell’interno, non si è fatto scrupolo di organizzare un proprio servizio segreto privato e di gestire fondi a favore di un latitante, oltre che tentare di fargli ottenere un visto e una copertura politica in Libano (che ultimamente va di moda, sarà per l’ottima cucina?). “Ma ti prego ….

Ho poi leggiucchiato lo strazio dell’Expo, dove, al solito riusciamo a litigare in cento diversi modi per anni interi, lasciando passare il tempo fino ad accorgerci che manca meno di un anno e non ci sarà tempo di concludere un beato cazzo dei lavori pianificati: siderale figura di merda per tutti noi Italiani. In aggiunta c’è un fioccare di bustarelle, mazzette, corruzioni e appalti dubbi: è mai possibile che io, operando in paesi in cima alla lista dei più corrotti della galassia, sia sempre riuscito a mantenere la mia azienda pulita, mentre nel nord meneghino abbiamo addirittura il ritorno di un mito al tempo di mani-pulite, il Signor G.?. “Ma ti prego ….

Ma ti prego, anzi, vi prego: so che non è educativo ne democratico, anzi tutt’altro, ma, vi prego, fatemeli prendere a ceffoni!

Foto? Ovvio, una preghiera, a Yangon in Birmania ….

monk

It's been almost 50 years that I travel across the word (and the 7 seas), on business or vacation, but always carrying with me a Leica camera. I started keeping this kind of journal a while ago. Even if sometime I disappear for ages, I'm then coming back with semi-regular updates: publishing is a kind of mirroring of my state and emotions, and you need to take it as it is. All published photos are mine.

25 Comment on “Ti prego

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: