Mi sono sciroppato (quasi serenamente) le 8 ore di volo che da Johannesburg mi hanno riportato a Dubai: aereo strapieno e, a causa di un cambio di prenotazione, unico posto disponibile era il centrale in una fila da 3.

Si tollera per un volo così breve, ma quello che però fa pensare che la sfiga si accanisca contro di me è stato il fatto che alla mia destra avevo Mr. Bronchite Cronica e alla mia sinistra Mr. Tosse e Cimurro: cazzo, hanno sputato i polmoni con tale veracità che manco il rumore dei due motori del 777, spinti al massimo per un bel temporale sopra la Somalia, riusciva a sovrastare.

Sono atterrato dopo aver dormito pochi sparsi minuti: avevo delle occhiaie a terrazza che alla dogana hanno voluto verificare che non celassi serre per la coltivazione di piante delle quali è vietata l’importazione. La sfiga è continuata con il tipo che mi doveva portare dall’aeroporto al b&b dove dormo in attesa che riesca ad affittare un appartamento: gli ho dato l’indirizzo e gli ho spiegato sommariamente che strada fare, abbandonandomi a Neil Young nelle orecchie.

Quando ho aperto gli occhi sono riuscito a seccarlo con una bestemmia: ovvio mi stesse portando da tutt’altra parte e l’ultima uscita buona per limitare i danni era passata da qualche minuto. Ho passato la giornata in quasi dormiveglia, con l’unico momento in cui la mia corteccia celebrale ha avuto un sussulto è stato quando mi hanno telefonato per andare a ritirare la licenza per gli alcolici, che mi permetterà, quando avrò casa, di poter tenere una bottiglia di rosso per quando qualche amico mi viene a trovare.

Foto? Iphone: una fantastica cena con due amiche a Johannesburg e un mito sugli scaffali del Liquor Store di Abu Dhabi (con un prezzo che ti fa rimanere astemio) …

IMG_0817 IMG_0882

 

 

 

It's been almost 50 years that I travel across the word (and the 7 seas), on business or vacation, but always carrying with me a Leica camera. I started keeping this kind of journal a while ago. Even if sometime I disappear for ages, I'm then coming back with semi-regular updates: publishing is a kind of mirroring of my state and emotions, and you need to take it as it is. All published photos are mine.

12 Comment on “From the rainbow to the sandbox

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: