Quando ho sentito lo sterzo appesantirsi e la macchina perdere inerzia direzionale ho fatto partire un misto tra bestemmioni e invocazioni ateiste a San Differenziale Autobloccante, sperando che almeno una delle ruote avesse un minimo di presa e, “remando” un po’ di sterzo, mi evitasse di rimanere insabbiato.

L’idea di stamani era andare a vedere la spiaggia più ventosa della zona, dove i patiti del kitesurfing volano in un’area di “in-land sea” protetto da una spettacolare foresta di mangrovie e con poche rocce e coralli a tagliare la pelle. Ho lasciato la Khalifa Highway all’altezza di Yas East e ho seguito le indicazioni “contruction site – do not enter” come se fosse un suggerimento e non una roba da prendere proprio sul serio.

Poco vento ma tanta polvere nell’aria (lo definirei un “localized dust-storm” per evitare di chiamarlo “una cazzo di nuvola di sabbia di merda”), una pista che mette a dura prova le sospensioni, ma ancora di più le otturazioni dei miei premolari: direi che il posto è giusto, ma la giornata sbagliata. Aggiungiamoci anche che ieri mi sono messo a nuotare all’aperto per un’oretta e il sole ha voluto dimostrare alla mia pelata che la stagione estiva sta arrivando, con una piacevole temperatura che si attesta durante il giorno tra i 37° e i 42°c, e una potenza dei raggi al cui confronto i laser interstellari fanno da puntatori in presentazioni sfigate: ogni volta che scendo dalla macchina sento il calore raggrinzirmi la pelle anche sotto cappello e vestiti. Si torna un’altra volta, che oggi non ci siamo proprio.

NdR: Son dieci giorni che non fotografo e non scrivo nulla (e qualche buon amico in questi casi si preoccupa anche): son rimasto insabbiato dalla presenza da queste parti di un’insalata mista di grandi capi, dalla revisione di una serie di lavori che sto preparando, e da un collasso di stanchezza e pigrizia condite con due gocce di zero-ispirazione. Ora pare che almeno una delle mie “ruote” abbiano fatto presa e che la situazione si stia normalizzando un filo.

Proprio per parlare di “normalità”, ho in programma di prendere 8 voli nelle prossime 3 settimane, nessuno dei quali ha una durata inferiore alle 7 ore: torno anche nel Rainbow Country, e questa è una buona notizia. Stay tuned, prometto di aggiornare il blog con regolarità.

Foto? Dopo aver avuto anche le tonsille impolverate, mi è venuto in mente di guardare la macchina: a parte le feritoie create dai tergicristalli, il livello di alta crostificata ne rendeva dubbio anche il colore originale. Sono entrato nel tunnel di lavaggio della stazione di servizio sulla Khalifa ….

car wash 1

It's been almost 50 years that I travel across the word (and the 7 seas), on business or vacation, but always carrying with me a Leica camera. I started keeping this kind of journal a while ago. Even if sometime I disappear for ages, I'm then coming back with semi-regular updates: publishing is a kind of mirroring of my state and emotions, and you need to take it as it is. All published photos are mine.

23 Comment on “Insabbiato

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: