Masha stamani mi guida tra i mattoni di Krasny Oktyabr, Ottobre Rosso, fabbrica di cioccolato e dolciumi dismessa e trasformata in un interessantissimo centro moscovita di contemporary art, locali cool e tizi che la mattina bevono acqua per combattere seri hangovers da vodka.

Ci perdiamo (che “trovarsi” era troppo facile) tra le uscite della stazione di Kropotkinskaya, attraversiamo la spianata della Chiesa del Cristo Redentore tra plotoni multilingue di turisti con le guide che agitano bandierine nazionaliste e complicati sistemi interfonici per snocciolare storia e arte del posto, attraversiamo il primo braccio di fiume e pieghiamo a destra.

L’entusiasmo che riesce a trasmettere mentre scatta immagini con la sua Canon è contagioso: mi sembra di ritrovare Five Points a New York, la Centrale Energetica di London, alcuni posti di Chicago e Ghirardell Square a San Francisco. Burning Man, la spendida follia nel deserto Americano.

Il rosso del mattone a vista si confonde con la street art e con le poche persone che questa mattina stanno animando questo bel recupero di industria urbana. Commenta la signora tedesca a telemetro e ne esce una bella chiacchierata su cosa per noi significa fotografare.

Passiamo il secondo braccio del fiume e risaliamo verso la Tretyakov Gallery, puntando a Park Kultura: mi pare di essere tornato indietro di un decennio quando venivo da queste parti durante le fredde giornate invernali.

Il tempo è spettacolare e tutti sono fuori a goderne: mentre ci beviamo “twa americano” (che sto rifacendo progressi nella lingua di Mayakowsky), c’è un mondo che pedala, pattina, corre, cammina, cazzeggia, fotografa, amoreggia, beve e si sdraia sull’erba dei prati lungo fiume. Vicino alla Galleria c’è chi passa nelle fontane a terra per puro divertimento in una inusuale calda settimana moscovita di fine settembre.

Foto? Una bella mattinata …

red oktober 10 red oktober 7 red oktober 12 red oktober 2

It's been almost 50 years that I travel across the word (and the 7 seas), on business or vacation, but always carrying with me a Leica camera. I started keeping this kind of journal a while ago. Even if sometime I disappear for ages, I'm then coming back with semi-regular updates: publishing is a kind of mirroring of my state and emotions, and you need to take it as it is. All published photos are mine.

4 Comment on “Krasny Oktyabr (Ottobre Rosso)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: