Il silenzio, qui, è sempre assordante nei primi minuti, poi ci si abitua.

Sono nella MRT, la metropolitana di Singapore e, in una pulizia e un ordine maniacali, qui si celebra la solitudine elettronica. Nessuno non ha (e lasciatemi la licenza di una doppia negazione, che talvolta mi ha fatto inciampare nel latino al liceo) un telefono in mano, di dimensioni che talvolta sfiorano i generosi 15 pollici: roba da slogarsi i polsi per reggerli in mano.

Il dialogo è affidato ai pollici più che alle corde vocali: il risultato è un silenzio pressoché totale, in una celebrata solitudine elettronica. Foto? Beh, ovvio ….

singapore-16 singapore-1

It's been almost 50 years that I travel across the word (and the 7 seas), on business or vacation, but always carrying with me a Leica camera. I started keeping this kind of journal a while ago. Even if sometime I disappear for ages, I'm then coming back with semi-regular updates: publishing is a kind of mirroring of my state and emotions, and you need to take it as it is. All published photos are mine.

7 Comment on “Solitudine Elettronica nell’MRT

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: