Come on baby, light my fire” ho detto a Beria stamani intorno alle 6 mentre aprivo la porta di casa, e la mia cagnona, ormai avvezza a ogni citazione musical-storico-filosofica, ha ondeggiato la coda e si è avviata verso la pascolata mattutina in un’aria umidiccia che sapeva ancora di sonno.

Abbiamo girovagato per una mezz’ora in un sabato mattina veramente post-atomico, prima di decidere che il suo pelo fosse zuppo a sufficienza per puzzare in modo incontrovertibile di cane bagnato, e io invece avessi finalmente dimostrato che la giacca Patagonia, che mi ha accompagnato per oltre gli ultimi tre anni, abbia perso le sue caratteristiche di impermeabilità.

Poco da raccontare, forse anche meno da fotografare ….

post atomic

It's been almost 50 years that I travel across the word (and the 7 seas), on business or vacation, but always carrying with me a Leica camera. I started keeping this kind of journal a while ago. Even if sometime I disappear for ages, I'm then coming back with semi-regular updates: publishing is a kind of mirroring of my state and emotions, and you need to take it as it is. All published photos are mine.

11 Comment on “Light my fire

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: