Mi piace prendere i mezzi pubblici.

La Cami, che ultimamente condisce scarcasmo e ironia come se fossero in un’insalata mista, sostiene che sia un “piacere incoscente e temporaneo da contrappasso lusso-realta’“: mi dice che l’essere condannato, nel girone del Paese dei Castelli di Sabbia, a viaggiare nel silenzio del mio abitacolo privato, comodo e climatizzato, mi faccia apprezzare il contatto visivo, fisico e olfattivo con l’umanità.

Partire da casa, arrivare in Piazza del Duomo dopo una dozzina di minuti, senza essere afflitto da traffico, Area-C, parcheggio e limitando il mio contributo all’inquinamento ambientale, sono gli argomenti razionali che le espongo, ma ricevo un’alzata dubbiosa di sopracciglia.

Foto? Democratic Mass Transport ieri pomeriggio …

It's been almost 50 years that I travel across the word (and the 7 seas), on business or vacation, but always carrying with me a Leica camera. I started keeping this kind of journal a while ago. Even if sometime I disappear for ages, I'm then coming back with semi-regular updates: publishing is a kind of mirroring of my state and emotions, and you need to take it as it is. All published photos are mine.

6 Comment on “Democratic Mass Transport

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: