Dentro una betoniera

Talvolta mi stupisco per le mie scelte: consapevole della cazzata incombente, continuo imperterrito dritto fino a schiantarmi contro il muro della mia idiozia. Chiamiamolo “rigore-suicida”, e pienamente cosciente monto sul cavallo per andare a caricare i muri al grido di “Savoia Cavalleria”, dove – per inciso – ho pure passato quasi un anno della mia vita, vestito in grigio-verde e nascondendo accuratamente alcune doti naturali che mi permettono di centrare un bersaglio in buona lontananza.

La mia consapevole idiozia mi ha fatto uscire sul balcone della mia camera a Doha mentre, protetto dall’asetticità dell’aria condizionata criogenica, stavo vedendo un panorama da nebbia nelle Langhe autunnali ma avevo il fido Garmin che pigolava segnalando una temperatura percepita di 53°. Ho respirato vapore e sabbia come fossi stato dentro una betoniera: mi sono ritratto nella protezione della ventilazione Siberiana in pochi secondi, arrendendomi all’evidenza che questo sia un posto dannato durante l’estate, dannatissimo durante le tempeste di sabbia, dannaterrimo quando l’umidità ti fa salire la sensazione di soffoco, molto-altamente-cazzuto-dannato quando sei bloccato qui per alcuni giorni senza alcuna possibilità di dirigerti verso ameni lidi.

Un filo di rewind, visto che son stato assente almeno una decina di giorni.

Sono andato a correre davanti a Buckingham Palace la Brompton World Championship, il campionato riservato a 500 pazzi in giacca e cravatta che corrono sulle magiche bici pieghevoli prodotte proprio a Londra, sogno di qualsiasi urban commuter, e mi son piazzato nei primi 2/3, essendo stato doppiato sul circuito una sola volta dalla decina di fanatici che giravano veloci come missili. Già che c’ero mi son goduto una città priva di automobili e riservata solo alle biciclette, un sogno … devo tornarci il prossimo anno!

Sulla strada del ritorno la compagnia aerea del Golfo – che ha recentemente visto un suo 777 incendiarsi – era in overbooking e grazie ad uno status semi-divino ho volato con il Canguro in una parte dell’aereo dove ho chiesto mi mettessero i gerani sui davanzali dei finestrini e ho sperato mi tenessero a bordo fino a Melbs da quanto mi ci trovavo bene. Arrivano alle 2 di mattina a casa ad innaffiare Nino, 4 ore dopo mi son trascinato sui gomiti sotto la doccia, ho completato la giornata in miniera e dopo essere collassato ho ripreso un sigaro volante per posare le natiche in Qatar.

Doha è un gran cantiere, ma mantiene la sobria tranquillità che la contraddistingue: alcuni la definiscono la città più noiosa dell’universo, ma non sono mai stati a Lone Pine, in California, durante il mese di Gennaio: io ci sono stato e, oltre all’assenza di qualsiasi cosa oltre un lurido Motel e un fast-food untissimo, ricordo le più grandi ribs che io abbia mai ricevuto sul piatto. Quando ho chiesto se si trovano spesso per cacciare brontosauri da quelle parti, visto era impossibile che un manzo generasse degli archi che avevano una lunghezza di oltre mezzo metro, ho avuto la conferma che nel deep-far-west l’umorismo fa rima con Colt.

Quindi si, sono nello staterello del Golfo che galleggia su una bolla di gas, ma la contrazione della domanda energetica ha dato una bella bastonata anche da queste parti ad una economia dove il vizio della insostenibilità stava soffiando sul coppino come altrove nella regione.

Mi fermo da queste parti qualche giorno e gioco a nascondino con un tipo che ritiene indispensabile vederci: è un amico, ma l’unico problema è che lui si siede a 15 ore di volo verso est, in un posto con vista sui colonnati di un noto Studio Ovale, e in questo momento passare ancora tempo dentro un aereo proprio non me la sento quindi viva le ore di videoconferenza.

Foto? nelle 18 ore che son stato a casa ho anche sviluppato 4 rullini, ma mi sono accasciato prima di scannerizzarli: vi lascio con un paio di iPhone-momenti degli ultimi 10 giorni .. Liverpool Street a London e le ciabatte lisergiche che hanno sostituito quelle distrutte due settimane fa (vedi questo post) …

image image

9 commenti

  1. Eri nel Savoia Cavalleria?? Anch’io. A Merano nell’83. Capocarro. Magari abbiamo rischiato di scontrarci…

    1. Addetto alle Operazioni, ovvio … praticamente una spia 🙂

  2. E io che pensavo che in fatto di clima l’Emilia fosse il peggio 😉 i tuoi post non si sa da che parte commentarli vista la quantità di “roba” che ci metti dentro, così dopo il clima commento solo il costato di mezzo metro che me lo sgranocchierei volentieri (sono carnivora) e l’umorismo da colt che mi ha fatto assai ridere. Ovviamente pure con l’iPhone fai belle foto, ma le ciabatte non si possono guardare 🙂

    1. Le ciabatte sono storicamente stupende: ricordano il compianto periodo lisergico che apriva le porte della conoscenza e faceva volare miei coetanei fuori dalla finestra cullati dalle allucinazioni della chimica e accompagnati dalle musiche psichedeliche californiane … Adesso mi rimetto ad ascoltare White Rabbit e mi faccio un tea al gelsomino per celebrare i ricodi.

      A parte la difesa accademica delle ciabatte, acquistate sulla base del fatto fossero scontate al 50%, devo convenire sono oscene …

      Ciao adulatrice proteica!

      1. In quest’ottica le ciabatte mi paiono adatte e bellissime… Proteica, ma anche carboidrato dipendente

      2. quindi il tuo sogno inconfessabile è un manzo intero, medium-rare, appoggiato tra due pani pugliesi di 2 metri di diametro, o invece scansioni serialmente prima una pasta alla chitarra con pomodorini e ricotta grattugiata e poi una chianina dal peso imbarazzante e pari al consumo proteico dell’intera popolazione di Hyderabad in un anno?

      3. Oddio, a leggerti mi sento vagamente sazia…

  3. mmm costolette giganti… 🙂

    1. Sapevo che lo chef che è in te sibsarebbe risvegliato su questo passaggio: me le hanno assassinate coprendole con smoked bbq sauce …

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: